MENU CHIUDI
Lynx Society Pttogramma New Google ADS - Come personalizza gli annunci pubblicitari

Come personalizzare gli annunci pubblicitari di Google

Alla scoperta di Google ADV settings, ovvero come personalizzare gli annunci pubblicitari di Google scegliendo quelli da ricevere collegati al proprio account.

 

Era da un po’ di tempo che questo blog legato a tecnologia e innovazioni sarebbe dovuto partire ma, si sa, il figlio del calzolaio ha sempre le scarpe rotte…

 

Come che sia comunque eccoci qua ad iniziare un racconto che si spera possa interessare i nostri lettori e dove cercheremo di fornire informazioni utili e dare qualche consiglio per orientarsi tra la creazione del proprio sito web, il giusto modo di stare sul web e altri sulle strategie di marketing da adottare.

Fatte le debite premesse eccoci al succo di questo primo articolo, ovvero Google ADV settings, come scegliere la pubblicità da ricevere collegata al proprio account Google.

 

Iniziamo subito e vediamo per punti quelli che saranno gli argomenti di questo post.

 

 

 

PERSONALIZZAZIONE DEGLI ANNUNCI PUBBLICITARI

 

Prima di vedere più nel dettaglio la sezione relativa a come personalizzare gli annunci pubblicitari di Google, è doveroso fare una breve premessa sugli adempimenti normativi ribaditi ed esplicitati ultimamente dal gigante del web.

Le ultime normative del General Data Protection Regulation (GDPR)regolamento (UE) n. 2016/679 hanno fatto molto parlare di privacy nell’accezione di richiesta di consenso informato esplicito che gli utenti devono fornire su un sito web. Questo ha comportato che entro il 25 maggio scorso – termine ultimo di adeguamento al GDPR – ci sia stata una corsa all’introduzione di disposizioni informative e di richiesta del consenso agli utenti tramite mail e siti molto massicia.

 

Promemoria privacy Google screenshot
Promemoria privacy Google – Fonte: Google

 

Questo ha fatto si che anche Google si affrettasse ad esplicitare al meglio le sue posizioni in materia di dati personali rendendole ancor più semplici e lapalissiane di quanto non fosse. Non ce ne era un gran bisogno data la chiarezza che comunque veniva presentata ma, tant’è, è stata introdotto un “Promemoria sulla Privacy di Googleanche per i meno attenti…

 

 

 

Promemoria privacy Google popup informativo
Promemoria privacy Google popup informativo -Fonte: Google

Facendo un semplice click sul pulsante Leggi ora si aprirà così un popup molto esplicativo e in cui poter verificare i dati che effettivamente concediamo al big di Mountain View.

Oltre a questo ci saranno molti collegamenti per controllare e modificare le informaizoni fornite da noi utenti e che è possibile modificare in qualsiasi momento, anche da prima del termine ultimo del GDPR.

 

 

Ma veniamo a noi e andiamo dritti a vedere come personalizzare gli annunci pubblicitari di Google e alle ultime release effettuate.

 

L’aggiornamento della nuova funzionalità del 14 giugno scorso vede le sue radici nel lontano 2009, come ricorda il recente articolo comparso sul blog ufficiale di Google Italia che ripercorre le tappe degli aggiornamenti e che trovate qui.

 

La novità di questo aggiornamento su come personalizzare gli annunci pubblicitari di Google risiede, oltre che nell’accesso dalla schermata iniziale del motore di ricerca con link diretto, nell’aver raggruppato nello stesso luogo le informazioni relative ai dati raccolti su di noi e utilizzati per proporci pubblicità.

 

In uno dei prossimi articoli spiegheremo più nel dettaglio il funzionamento del motore di ricerca. Per il momento il dato che ci interessa rilevare è quello relativo ai dati raccolti e alla scelta che abbiamo per poterli modificare.

 

COME GOOGLE RACCOGLIE I DATI

 

Che Google raccolga dati degli utenti non è una novità, anche perché campa di quello. Campa dando da un lato la possibilità alle aziende di promuovere i loro prodotti e/o servizi tramite annunci pubblicitari, dall’altro offrendoli tali annunci pubblicitari ad un pubblico preciso. Per farlo ha ovviamente di conoscere il pubblico. Ora la domanda che ti sarà venuta in mente è: “come fa Google a sapere le mie preferenze, i miei gusti, e cosa voglio?” In altre parole: “come fa Google a personalizzare gli annunci rivolti a me?“.

 

Google raccoglie i dati analizzando:

  • gli interessi sulla base dell’attività svolte una volta effettuato l’accesso con account Gmail
  • le informazioni aggiunte all’Account Google
  • le informazioni degli inserzionisti coloro che condividono i dati in forma anonima come ad esempio visite al sito web o l’iscrizione alla newsletter

 

Sarà facile comprendere che se abbiamo effettuato l’accesso con il nostro Account Google, sia esso da browser sul nostro pc per accedere alla casella di posta con Gmail, sia dal nostro smartphone Android, tutte le azioni che compiamo vengono registrate dagli algoritmi del motore di ricerca.

Questo per far si che gli annunci pubblicitari che ci vengono offerti siano personalizzati e non sparati nel mucchio.

 

Se ad esempio i nostri hobby sono la corsa e le motociclette, vederci comparire un annuncio sulle nuove scarpe da tip-tap non sarebbe propriamente in linea con le nostre preferenze e potremo trovarlo fastidioso e poco utile.

 

Tutti gli sforzi di implementazione dei complessi algoritmi sono quindi volti a fornire all’utente un risultato pertinente e personalizzato secondo i propri gusti e le proprie esigenze. Questo sia per ciò che cerchiamo sulla rete di ricerca di Google che per gli annunci che ci vengono mostrati sui siti del circuito pubblicitario.

 

 

LE INFORMAZIONI DA PERSONALIZZARE

 

Sia che si acceda dalla schermata principale del motore di ricerca, sia che si acceda dall’apposita pagina https://adssettings.google.com si aprirà una schermata riepilogativa degli accessi che abbiamo concesso sulla raccolta dei nostri dati.

Google ADV settings - personalizzazione degli annunci screenshot
Google ADV settings – personalizzazione degli annunci screenshot – Fonte: Google ADS Settings

 

È qui possibile non solo vedere per quali settori o servizi siamo caratterizzati dall’algoritmo del motore di ricerca, ma è possibile disattivare completamente la personalizzazione degli annunci pubblicitari di Google o disattivare i singoli settori per cui siamo stati targettizzati.

 

Google - Modalità di personalizzazione degli annunci screenshot
Google – Modalità di personalizzazione degli annunci screenshot – Fonte: Google ADS Settings
Google - Modalità di personalizzazione singolo annuncio
Google – Modalità di personalizzazione singolo annuncio – Fonte: Google ADS Settings

 

Possiamo infatti vedere da qui come siamo stati classificati, in base a cosa, gestire le nostre attività e disattivare quelle che sono le impostazioni per la personalizzazione degli annuci su una specifica categoria.

 

Tutti i dati qui contenuti sono ovviamente sottoposti a particolare attenzione e, come ci ricorda Google in più di un’occasione all’interno delle infinite pagine illustranti la Privacy Policy“Non vendiamo le tue informazioni personali a nessuno.”

 

Google notice
Google notice – Fonte: Google ADS Settings

 

Lo scetticismo è lecito, anche se a logica, come ricordato sopra, l’azienda di Mountain View non ha bisogno di vendere dati a terzi, anche perché i dati sono il suo core business.

Per chi volesse approfondire comunque è possibile trovare molte informazioni sulla sezione italiana dedicata da Google alla Privacy Policy.

 

 

SÌ, CONTINUERAI A RICEVERE PUBBLICITÀ

 

Chiariamolo. Personalizzare le proprie preferenze sugli annunci non significa che non riceverete più pubblicità. 

 

L’opzione di personalizzazione degli annunci pubblicitari come abbiamo visto è un’opzione che ci consente di scegliere cosa vedere o meno quando ci viene mostrata pubblicità da parte di aziende che sponsorizzano su Google AdWords i propri prodotti e/o servizi.

 

Essendo gli annunci basati su una personalizzazione legata al nostro account, disattivandoli a seconda delle proprie preferenze non verranno più visualizzati gli annunci personalizzati basati su un fattore specifico.

Gli annunci che vedrete dopo aver disattivato uno o più fattori specifici saranno quindi basati sui criteri generali, come le parole chiave sul motore di ricerca, l’ora del giorno o qualsiasi altro fattore non ancora disattivato.

 

Inoltre, come dichiarato dalla casa di Mountain View, sarà più semplice comprendere come mai state visualizzando un dato annuncio e quali sono i criteri per cui vi viene mostrato grazie alla funzionalità aggiornata di “Perché questo annuncio?“.

 

“Ora abbiamo ampliato in modo significativo “Perché questo annuncio?“; a partire da oggi, vedrete le notifiche “Perché questo annuncio?” su YouTube (compresa l’app YouTube su Connected TV), Google Play, Gmail, Maps e Search. Lo abbiamo anche ampliato fino ad includere la quasi totalità dei siti e delle app con cui abbiamo stretto partnership per mostrare annunci.”

Philippe de Lurand Pierre-Paul, Product Manager – Fonte: Google Blog

 

Last but not least il comodissimo rimando che troviamo in fondo alle impostazioni di personalizzazione degli annunci pubblicitari su Google e che ci collega a Your Online Choices piattaforma che permette di vedere come veniamo classificati nelle altre reti pubblicitarie, oltre a Google, e da cui possiamo operare le medesime scelte effettuate per Big G.

Your Online Choice Link
Your Online Choices Link – Fonte: Google ADS Settings

 

Se hai commenti, curiosità o vuoi aggiungere qualcosa, di’ la tua nei commenti.

 

 

 

1 Commento

Unisciti alla discussione per dirci la tua

Tommaso Vicarellirispondi
Giugno 26, 2018 a 02:06 PM

ciao

Rispondi